IL PAESINO

san_fortunato_della_collina_PGSan Fortunato della Collina è un piccolo paese che sorge lungo la strada collinare Marscianese, a circa 6 km a sud-ovest di Perugia, sul crinale della collina che separa la valle del Tevere dalla piccola valle solcata dal torrente Genna.

La strada collinare venne tracciata nel XII secolo, e lungo di essa furono costruite delle piccole fortificazioni dipendenti dal contado di Porta San Pietro, di cui San Fortunato è un esempio. Dapprima costruito come semplice villa (fine XIII secolo), venne dotato di mura dal Consiglio di Perugia nel 1311 (per proteggerlo dai Tuderti), tanto che nel 1380 è elencato come castello.

Nel 1416 venne assediato dalle soldatesche di Braccio da Montone, che lo saccheggiano e danneggiano. Nel 1512, invece, l’esercito del Duca d’Urbino lo diede alle fiamme.

La Chiesa di San Fortunato (XIII secolo), dedicata al santo vescovo di Todi. Dal 1842, al suo interno, vi è la statua di Santa Veronica Giuliani.

Tra gli eventi da non perdere:

  • Il Presepe Vivente nel periodo di Natale, rappresentato dal 1986 nell’area del borgo medievale, durante le festività Natalizie, con figuranti in costume e scene di vita quotidiana d’epoca.

  • La Sagra del Bel Vedere e del Buon Mangiare, che si svolge nel mese di giugno ogni anno dal 1981, che da quest’anno cambia il suo nome in Sagra del Piccione in Carrozza, con un programma sempre ricco ed un’ottima cucina degna della tradizione di San Fortunato della Collina.

  • La corale polifonica Calycanthus Chorus magistralmente diretto da Daniela Rossi, motivo di orgoglio per la parrocchia e per la comunità del paese di San Fortunato della Collina.

daniela rossi

Il coro nasce nell’ottobre del 2003 già sotto la guida di Daniela Rossi. Inizialmente dedito al servizio liturgico della comunità, il gruppo corale nel corso degli anni si è rivolto allo studio di un repertorio che spazia dal canto gregoriano alla polifonia classica, dalla musica barocca a quella moderna senza tralasciare brani tradizionali dal mondo arrangiati per questa formazione.
Calycanthus è il nome di un fiore che sboccia in pieno inverno quando la natura è silente. E’ un fiore particolare nella sua conformazione: i petali sono piccoli, insignificanti, ma disposti armoniosamente formando un bellissimo calice.

Il Direttore Daniela Rossi, in qualità di solista e in formazioni cameristiche si è esibita in importanti festivals internazionali tra cui Umweltgarten Neubiberg di Monaco, Grenoble Concerts, Festival Chopin (Agrigento), I concerti al Museo (Marsala), Napoli per la Musica, Stagione Agimus a Roma, Cantiere di Montepulciano, Festival Barocco di Viterbo, Sagra Musicale Umbra, Musica Senza Frontiere a Perugia, Festival Internazionale per la Pace ad Assisi, etc.
Insegna violino all’Istituto Comprensivo ad Indirizzo Musicale “Gentile da Foligno”.

I commenti sono chiusi