“Elevazioni spirituali di Quaresima” di sette cori parrocchiali promossi dalla Scuola Diocesana di Musica Sacra “Girolamo Frescobaldi”

ChiesaInUmbria, 22 marzo 2012

E’ dal 1991 che la Scuola diocesana di Musica Sacra “G. Frescobaldi” di Perugia presenta, nel suo storico Auditorium Marianum in corso Cavour, concerti di musica sacra nel tempo di Quaresima. Anche quest’anno, il 24 ed il 30 marzo, propone degli ascolti mirati di musica vocale e strumentale, denominati “Elevazioni spirituali di Quaresima” per sollecitare la meditazione sulla Passione del Signore. I primi a beneficiarne sono gli stessi esecutori, che nella preparazione assimilano lo spirito e il significato dei testi e delle partiture. Memorabili negli anni trascorsi i Concerti Biblici di Kuhnau e le composizioni religiose di Messiaen (1993 e 1995), “La Passione del Signore” tutta in gregoriano (1993), “Le sette Parole di Gesù in croce” di Campodonico (1994) e “La Cena del Signore” di L. Perosi (1996).

2012.03.22 Elevazioni Spirituali di Quaresima, Auditorium Marianum di Perugia
Auditoruim Marianum, Perugia

Sabato 24, alle ore 17.30, e venerdì 30, alle ore 21, si esibiranno sette Cori parrocchiali della Chiesa diocesana impegnati in composizioni di vari autori: “San Raffaele Arcangelo” di Perugia, diretto da Carmen Napoli Sivolella; “Nova et Vetera” di Bagnaia, diretto da Andrea Coli; Corale “Monteluce” di Perugia, diretta da Francesco Mancino; “San Mariano” di Perugia, diretto da Damiana Pinti; “Sant’Antonio” di Perugia, diretto da Enrico Bianchi e all’organo Marica Morani; Polifonico “San Faustino” di Perugia, diretto da Mons. Francesco Spingola; “Calycanthus Chorus” di San Valentino, diretto da Daniela Rossi.

I circa 150 coristi dei sette Cori eseguiranno musica sacra sul tema della Passione e della Risurrezione del Signore: antifone, responsori, mottetti, preghiere, spirituals, invocazioni. Anche l’ambiente suggestivo dell’Auditorium Marianum, l’ex chiesa Santa Maria di Colle, contribuisce a recepire l’intensità di questo tempo “forte”.

« La tradizione cristiana di ogni tempo – spiega mons. Francesco Spingola, direttore della Scuola diocesana di Musica Sacra – ha utilizzato il canto per potenziare la preghiera intensificando nel cuore dei fedeli sentimenti di fede e di amore al Signore Gesù nostro Salvatore. La Settimana Santa, nel suo fascino unico, ha ispirato gli autori di musica sacra di ogni tempo; i testi liturgici, già sublimi nella loro formulazione, sono stati rivestiti di suggestivo linguaggio dell’arte musicale per accompagnare l’aspirazione dell’anima: “che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore” ».

>> LINK all’Articolo