Lettera di Don Giovanni Amico, 17 marzo 2020

Carissimi fratelli e sorelle,
non mi sono dimenticato di voi! Ogni giorno e, in questo periodo anche di notte, vi penso con tanto affetto, nostalgia e apprensione. Chiedo quotidianamente al Signore di sostenere i nostri passi, in questo momento così difficile che stiamo vivendo. Vi trasmetto il saluto anzitutto del nostro Cardinale e del Vescovo ausiliare, che mi hanno chiamato per manifestarci la loro vicinanza. I saluti anche da parte dei miei confratelli e dei “buoni figli”, che non smettono di chiedermi di voi e sperano di tornare presto alla vita normale, sapendo ormai bene che l’unica “arma” che possediamo è la preghiera.

La nostra Comunità, come tutte, sta soffrendo a causa delle stringenti, ma necessarie, norme che ci impediscono di incontrarci fisicamente, che tuttavia si va rivelando come occasione per rinsaldare rapporti scuciti da tempo, rafforzare relazioni familiari indebolite, apprezzare il dono della famiglia. Mi preme farvi partecipi di alcune idee, già avviate in questi giorni, che ci aiutano a vivere la Comunità anche in questa situazione: è stato attivato un profilo FaceBook della nostra Unita Pastorale 17 (così si chiama), dove vengono comunicati gli appuntamenti quotidiani in cui ci si può ritrovare spiritualmente, seguendo la diretta. Questo il link: facebook.com/unita.pastorale.528.

Questo è il programma di massima cui si aggiungono, di volta in volta, altri appuntamenti di preghiera, di riflessione o di adorazione:

  • ogni giorno ore 18:00 Santo Rosario e Santa Messa e supplica alla Vergine;
  • ogni lunedì, dalle 10:00 alle 13:00 Adorazione Eucaristica;
  • ogni martedì ore 21:00 Catechesi Quaresimale sui “Vizi capitali”;
  • ogni sabato e domenica ore 11:30 Santo Rosario e Santa Messa.

Inoltre, ogni giorno invio una meditazione (della durata di massimo 10-11 minuti)sulla Parola quotidiana, attraverso un file audio, nei vari gruppi WhatsApp della parrocchia. Chi non avesse accesso ai gruppi WhatsApp, e desidera ricevere questa meditazione, può richiederla inviando un messaggio privato al seguente numero: 348 3140600. L’impegno poi è quello di condividere la meditazione con altri contatti personali, che potrebbero giovare ascoltando una breve esortazione quotidiana.

Coraggio, fratelli e sorelle! Ricordiamoci sempre che “la croce è per tutti collocazione provvosoria”. Non sappiamo se riusciremo a celebrare la Pasqua, ma siamo certi che sarà una Pasqua diversa, perché ci troverà cambiati nel cuore: un cuore cambiato in meglio e desideroso di vivere la comunione e l’amore fraterno: la sintesi di tutto il Vangelo di Gesù.
Un caro saluto a tutti voi! Vi porto tutti nel cuore e su tutti invoco la benedizione del Signore per intercessione di Maria, Madre della divina Provvidenza.

Vostro, Don Giovanni