Circolo Socio-Culturale “La Collina”

L’Associazione “La Collina Onlus” nasce il 9 maggio 2003, su iniziativa dei componenti del Comitato Parrocchiale di San Fortunato della Collina e Boneggio.
Il 6 luglio 2010 l’Associazione ha cambiato la propria denominazione in Centro Socio-Culturale La Collina e fa parte delle Associazioni di Promozione Sociale della Regione Umbria [Determina Dirigenziale n. 8236 del 28/9/2010]

Fin dalla sua nascita e con entrambe le denominazioni, l’Associazione ha sempre perseguito gli obiettivi e sostenuto i valori ai quali i soci fondatori si sono ispirati, come testimoniato da:

  • il Regolamento interno, che ha l’obiettivo di integrare lo Statuto dei Centri Socio-Culturali, e che fa riferimento a principi quali:
    • l’integrazione con gli altri Centri socio culturali del Comune di Perugia e con i tesserati Auser;
    • rispetto, tolleranza, senso di collaborazione, capacità di comprendere le esigenze di tutti;
    • l’impegno dei soci per lo sviluppo sociale della comunità;
    • l’esigenza di un contegno rispettoso nei confronti di tutte le idee politiche e religiose;
    • la trasparenza dei meccanismi di nomina e rinnovo degli organi del comitato di gestione;

     

  • la realizzazione e la cura e manutenzione dello stabile in cui il Centro Socio-Culturale ha sede e della Area Verde circostante, grazie a mano d’opera volontaria di tutto il paese, che ha permesso di mettere a frutto e utilizzare al meglio il contributo fornito per queste opere dal Comune di Perugia.
  •  

  • la partecipazione a Bandi Regionali nell’ambito della Promozione Culturale e Sociale:
    • nel 2015 il Centro Socio-Culturale, ha ottenuto un finanziamento grazie al Bando Regionale di finanziamento di “Progetti volti alla promozione e alla valorizzazione -dell’invecchiamento attivo” con il progetto “La salute è frutto della conoscenza”, con particolare riferimento all’esigenza di “valorizzare le esperienze formative, cognitive e professionali delle persone anziane”
  •  

  • il costante sforzo di permettere integrazione e aggregazione di tutti gli abitanti di San Fortunato e Boneggio.

Per raggiungere questo obiettivo:

  • gestisce il bar presso la propria sede, luogo di ritrovo per soci e familiari di tutte le età;
  • mette a disposizione per feste l’ampio locale, all’interno dello stabile che ospita la sede del Comitato;
  • anima sia lo stabile che l’area verde antistante, con iniziative rivolte a tutte le età;
  • organizza un calendario di manifestazioni durante tutto l’anno