“Le Tre Dimensioni” del programma Pastorale

Nel contesto dell’Unità Pastorale, la Parrocchia di San Fortunato della Collina continua a dar vita e significato alle tre dimensioni di cui ha sempre parlato Don Giovanni Battista Tiacci, Parroco di San Fortunato fino al 2017 e attualmente residente nella canonica della Chiesa, circondato dall’affetto di tutti noi.
Don Giovanni infatti ci ha sempre ripetuto, e continua a ripeterci, quanto sia importante che il programma della parrocchia si realizzi in tre dimensioni:

1. LA PAROLA ASCOLTATA.
Realizzata nelle due fondamentali attività del catechismo e della catechesi, che nella nostra parrocchia hanno sempre trovato compimento grazie a:

  • il gruppo di preghiera di san Pio;
  • la catechesi per adulti;
  • la catechesi e i gruppi di preghiera per i giovani;
  • il catechismo per i bambini, che sono stati accompagnati nel loro cammino verso la Prima Comunione e verso la Cresima dal Parroco e da un gruppo di catechiste che hanno garantito questo prezioso contributo alla comunità.

2. LA PAROLA PREGATA.
Sostanziata nella liturgia, nei canti e nel mantenimento del decoro della chiesa. Negli anni, hanno contribuito alla realizzazione di questa dimensione:

  • le celebrazioni liturgiche, sul cui calendario i parrocchiani sono sempre stati e continuano ad essere informati attraverso comunicazioni da parte del parroco alla fine delle SS Messe, avvisi affissi in Chiesa e, negli ultimi tempi, anche attraverso la modalità di comunicazione digitali, come mail, sms e whatsapp;
  • le statue della Vergine Maria, di San Fortunato, patrono della comunità, della compatrona, Santa Veronica Giuliani e di Sant’Antonio da Padova, che si trovano all’interno della Chiesa;
  • le statue del Cristo Salvatore e dell’Addolorata, nei locali della fraternità;
  • la somministrazione dei sacramenti, per cui in Chiesa sono presenti:
    • un fonte battesimale stabile;
    • un confessionale;
    • tutto l’occorrente per i matrimoni e i funerali;
    • un organo elettronico;
    • l’attività del coro degli adulti, vero fiore all’occhiello della nostra comunità, guidato dalla Maestra Daniela Rossi;
    • il coro dei giovani, guidato altrettanto sapientemente dalla maestra Federica Poccioli;
    • il coro dei bambini, con i maestri Francesco Pieretti e Patrizia Vescovi, che si sono avvalsi della collaborazione dell’organista, Elisabetta Santi;
    • processioni che, in occasione delle principali ricorrenze e feste cristiane hanno visto coinvolta gran parte della popolazione.

3. LA PAROLA VISSUTA.
Pienamente compiuta grazie all’esercizio della carità. Una virtù che contraddistingue la nostra comunità, sempre attiva e pronta a sostenere e appoggiare progetti benefici e di sostegno a persone o famiglie o comunità in difficoltà.