Sabato 1 Giugno 2019
“SAN GIUSTINO”

San Giustino, Martire Cristiano
San Giustino, Martire Cristiano
[Flavia Neapolis (Cisgiordania), 100; Roma (Italia) 163/167]
Giustino, conosciuto come Giustino martire o Giustino filosofo, è stato un martire cristiano, filosofo e apologeta di lingua greca e latina. A lui dobbiamo anche la più antica descrizione del rito eucaristico. Fu uno dei primi filosofi cristiani, venerato come santo e Padre della Chiesa dai cattolici e dagli ortodossi. La memoria si celebra il 1° giugno. La Chiesa Cattolica lo venera anche come santo patrono dei filosofi, insieme a Caterina d’Alessandria, e il suo emblema è la palma. Le sue reliquie si trovano sotto l’altare maggiore della Collegiata di San Silvestro Papa a Fabrica di Roma.

La sua famiglia è di probabile origine latina e vive a Flavia Neapolis, in Samaria. Nato nel paganesimo, Giustino studia a fondo i filosofi greci, e viene attratto dai Profeti di Israele, e per questa via arriva a farsi cristiano, ricevendo il battesimo verso l’anno 130, a Efeso. Ma questo non significa una rottura con il suo passato di studioso dell’ellenismo. Negli anni 131-132 lo troviamo a Roma, annunciatore del Vangelo agli studiosi pagani. Al tempo stesso, Giustino si batte contro i pregiudizi che l’ignoranza alimenta contro i cristiani. Predicatore e studioso itinerante, Giustino soggiorna in varie città dell’Impero, ma è ancora a Roma che si conclude la sua vita. Qui finisce in carcere, anche lui come “ateo”, cioè come nemico dello Stato e dei suoi culti, per essere decapitato con altri compagni di fede, al tempo dell’imperatore Marco Aurelio.